Overblog Segui questo blog
Edit post Administration Create my blog

cantadina.overblog.com

cantadina.overblog.com

VOCE NELLA NATURA, che racconta, canta e incanta, che denuncia, che osa, sperimenta e ride. Una contadina e la sua vita estrema tra lupi, volpi, galline, ghiaccio e monti. Da Genova e dintorni


STORIE DI MONTAGNA

Pubblicato da LA CANTADINA simonaugolotti@gmail.com 3475438201 su 14 Novembre 2016, 16:33pm

Tags: #storie di montagna

passi nella neve (foto simo)

STORIE DI MONTAGNA

La neve rivela chi gira intorno a noi, ma rivela anche i nostri passi!

Storie estreme tra lupi, cinghiali, pietre, viandanti strani e pericolosi. Storie più dolci tra galline, asini castagne mele e amanti, tra poesia e quasi magia. Storie vere raccontate da chi le ha vissute. Tra musica e canzoni.

Storie di sopravvivenza estrema, senza corrente elettrica e senza acqua potabile.

Sarà divertente sapere come ho fatto a cavarmela! L'intenzione non è solo quella di divertirsi nei racconti ma di stimolare la voglia di provare, far passare la paura a chi vorrebbe cambiar vita, far sapere che si può anche senza.

L'autosufficienza è pratica da non escludere dalla vita!

STORIE DI MONTAGNA

DI LUPI

DI GALLINE

DI ASINI

DI BEFANE

DI PAURA

DI STREGHE

DI BRIGANTI

DI INCONTRI NEL BOSCO

DI AMORI

E LA MAGGIORANZA SON STORIE VERE!

(leggi sotto tutti i dettagli avvincenti)

Neve a Frassineto (foto simo)

DI LUPI...

Quando i primi lupi vennero a mangiarmi le pecore misi del tempo a capire cosa stesse accadendo, quelli del paese e gli amici non credevano che fossero i lupi, ma da come le ammazzavano e si sbafavano le bestie, capivo che non potevano essere cani: troppo precisi, veloci e silenziosi nell'uccidere e della preda non rimaneva nulla...solo lo scheletro rosicchiato in una notte. In un anno 10 pecore e altrettante storie da raccontare!

La forestale mi diceva di star tranquilla, che a me non mi avrebbero magnato...seeeeeeeee vacci tu di notte a piedi, magari nella neve che ti vedono da lontano, son abbastanza in carne e pure molto più lenta di una pecora! Ho preferito evitare di dare occasione al lupo di incontrarmi in orario di cena.

(foto presa da pianeta donne)

p { margin-bottom: 0.25cm; line-height: 120%; }

DI GALLINE...

Da quando arrivai in Valbrevenna ai Casoni di Prele già c'erano le galline che ereditai, tra gallo galline e uova tutto filava, ma nessuna delle galline cominciò mai a covare. Mi spiegarono che nascendo ormai tutte in incubatrice avevano perso l'istinto, detto questo non c'erano speranze.

Tutte le sere e tutte le mattine le vacche si mungono, il pollaio era in un pezzo di stalla, con vista monti e uscita indipendente, tutte le sere e tutte le mattine ero nella stalla, alla stessa ora, quindi, alla stessa ora comincia a tormentare le galline e il gallo sul fatto che non chiocciavano, mi dedicai alle chiacchere da pollaio tutti i giorni, non c'era scampo al mio parlare e spigare a loro che senza pulcini non c'è vita! Anche per il gallo c'erano questioni, legate appunto al senso della vita, al senso della vita di un gallo! Di questa mia follia mi prendevano tutti in giro

Poi un bel giorno...la gatta Pierina andò a fare i gattini dove la gallina di solito faceva le uova! La gallina decise che quelli erano i suoi pulcini, cominciò a fare il verso da chioccia e a contagiare le compagne di pollaio. Quell'anno chicciarono otto galline! Non mi fecero i complimenti per la mia tenacia, ma continuarono a prendermi in giro: stai a vedere che ora chioccia anche il gallo!

(nomi e fatti non casuali)

Your Website Title

Pegaso

DI ASINI...

Da Alfredo nacque un asinello, però la mamma di questo asinello morì dopo pochi mesi, Alfredo aveva troppe cose da fare per stare dietro a questo cucciolo che di giorno in giorno si intristiva sempre di più, allora decise di portarmelo, non che io avessi più tempo di lui , ma essere donna e aver sempre desiderato un asinello furono gli ingredienti per ben cominciare la storia tra me e Pegaso!..anche questa è una storia vera che narro nelle mie canzoni

ATENA PEGASO E TABATA

AVEVO UN ASINELLO TROVATELLO

E BIANCA OVINA AVEVA PER COMPAGNA

CON LEI PEI BOSCHI ANDAVA QUEL PIVELLO

IL CARDO SI MANGIAVA E LA CASTAGNA

BRUNA UNA CROCE AVEVA SUL MANTELLO

E SEMPRE LI PORTAVO SU IN MONTAGNA

DI MELE LA SUA SOMA ASSAI PESAVA

E L'ARIA DEI MIEI CANTI RISUONAVA

-------------------------------------------------

SE AL RAGLIO TUO SENTIVI LA RISPOSTA

DISPOSTO TU NON ERI A TOLLERARE

SENTENDO UN ALTRO MASCHIO SOTTOCOSTA

LA GUERRA ERI PRONTO A COMINCIARE

LO SENTO CHE LA PACE È MAL DISPOSTA

NON CANTO PIU' E COMINCIO A BESTEMMIARE

FERMARE NON TI PUÒ MANCO UN CANCELLO

SARAI PUR BELLO MA ADESSO TI MACELLO

-------------------------------------------------

A ME CONVIENE LA RISSA SCONGIURARE

TRASPORTI DEVI FAR PER LA MIA SCHIENA

SE TORNA PACE ANDRESTI SINO AL MARE

CON L'AMOR NON SERVE LA CATENA

ARDOR DI GIUVENTU' SO RISPETTARE

SE SPLENDE IL SOL LA VITA È PIU SERENA

SE RESTI QUI VICINO A LAVORARE

FATICO ANCHE MENO PER RIMARE

-------------------------------------------------

I MASCHI DEI VICINI NON SON SORDI

LO SANNO CHE NON SEI PIÙ RITORNATO

LA CAGNA AMICA TUA PIÙ NON MORDI

LA NOTTE IO PIÙ VOLTE TI HO SOGNATO

IL CANTO TUO ANCOR SENTO NEI RIORDI

COL NOME CHE TI HO DATO SEI VOLATO

CON TE È VOLATA ANCHE L'ASINELLA

NESSUNO PIÙ CHE RAGLIA SOTTO LA STELLA

-------------------------------------------------

DENUNCIA DI SCOMPARSA ORA SI IMPONE

PERCHÈ LA LEGGE DEVO RISPETTARE

E RISCHIO ADIRITTURA LA PRIGIONE

BUROCRAZIA BASTARDA VAI A CAGARE

OR TU SEI DIVENTATO UN BEL PESONE

E IN PIÙ MI TOCCA PUR DI CAMALLARE

QUALCUNO TI AVRÀ FORSE MACELLATO

PEGASO,... NON TI HO DIMENTICATO

-------------------------------------------------

RE- SOL- LA RE- (2v)

DO FA LA RE- (2V)

di simona ugolotti

con l'aiuto di Dino e Luca

Foto di luoghi, testimoni, personaggi reali, delle storie che vado a raccontare.
Foto di luoghi, testimoni, personaggi reali, delle storie che vado a raccontare.
Foto di luoghi, testimoni, personaggi reali, delle storie che vado a raccontare.
Foto di luoghi, testimoni, personaggi reali, delle storie che vado a raccontare.
Foto di luoghi, testimoni, personaggi reali, delle storie che vado a raccontare.
Foto di luoghi, testimoni, personaggi reali, delle storie che vado a raccontare.
Foto di luoghi, testimoni, personaggi reali, delle storie che vado a raccontare.
Foto di luoghi, testimoni, personaggi reali, delle storie che vado a raccontare.
Foto di luoghi, testimoni, personaggi reali, delle storie che vado a raccontare.
Foto di luoghi, testimoni, personaggi reali, delle storie che vado a raccontare.
Foto di luoghi, testimoni, personaggi reali, delle storie che vado a raccontare.
Foto di luoghi, testimoni, personaggi reali, delle storie che vado a raccontare.
Foto di luoghi, testimoni, personaggi reali, delle storie che vado a raccontare.
Foto di luoghi, testimoni, personaggi reali, delle storie che vado a raccontare.
Foto di luoghi, testimoni, personaggi reali, delle storie che vado a raccontare.
Foto di luoghi, testimoni, personaggi reali, delle storie che vado a raccontare.
Foto di luoghi, testimoni, personaggi reali, delle storie che vado a raccontare.
Foto di luoghi, testimoni, personaggi reali, delle storie che vado a raccontare.
Foto di luoghi, testimoni, personaggi reali, delle storie che vado a raccontare.
Foto di luoghi, testimoni, personaggi reali, delle storie che vado a raccontare.
Foto di luoghi, testimoni, personaggi reali, delle storie che vado a raccontare.
Foto di luoghi, testimoni, personaggi reali, delle storie che vado a raccontare.
Foto di luoghi, testimoni, personaggi reali, delle storie che vado a raccontare.
Foto di luoghi, testimoni, personaggi reali, delle storie che vado a raccontare.
Foto di luoghi, testimoni, personaggi reali, delle storie che vado a raccontare.
Foto di luoghi, testimoni, personaggi reali, delle storie che vado a raccontare.
Foto di luoghi, testimoni, personaggi reali, delle storie che vado a raccontare.
Foto di luoghi, testimoni, personaggi reali, delle storie che vado a raccontare.
Foto di luoghi, testimoni, personaggi reali, delle storie che vado a raccontare.
Foto di luoghi, testimoni, personaggi reali, delle storie che vado a raccontare.
Foto di luoghi, testimoni, personaggi reali, delle storie che vado a raccontare.
Foto di luoghi, testimoni, personaggi reali, delle storie che vado a raccontare.
Foto di luoghi, testimoni, personaggi reali, delle storie che vado a raccontare.
Foto di luoghi, testimoni, personaggi reali, delle storie che vado a raccontare.
Foto di luoghi, testimoni, personaggi reali, delle storie che vado a raccontare.
Foto di luoghi, testimoni, personaggi reali, delle storie che vado a raccontare.
Foto di luoghi, testimoni, personaggi reali, delle storie che vado a raccontare.
Foto di luoghi, testimoni, personaggi reali, delle storie che vado a raccontare.
Foto di luoghi, testimoni, personaggi reali, delle storie che vado a raccontare.
Foto di luoghi, testimoni, personaggi reali, delle storie che vado a raccontare.
Foto di luoghi, testimoni, personaggi reali, delle storie che vado a raccontare.
Foto di luoghi, testimoni, personaggi reali, delle storie che vado a raccontare.
Foto di luoghi, testimoni, personaggi reali, delle storie che vado a raccontare.
Foto di luoghi, testimoni, personaggi reali, delle storie che vado a raccontare.
Foto di luoghi, testimoni, personaggi reali, delle storie che vado a raccontare.
Foto di luoghi, testimoni, personaggi reali, delle storie che vado a raccontare.
Foto di luoghi, testimoni, personaggi reali, delle storie che vado a raccontare.
Foto di luoghi, testimoni, personaggi reali, delle storie che vado a raccontare.

Foto di luoghi, testimoni, personaggi reali, delle storie che vado a raccontare.

STORIE DI MONTAGNA

DI BEFANE...

Questa invece è una storia inventata, ambientata nel bosco vicino alla casa della befana di quartiere, una befana che avrà a che fare con il fuoco a legna, con un camino da pulire, marmellate e tanto tanto carbone da distribuire.

La fiaba è raccontata dall'assistente della befana, la stessa  che invierà una strana cartolina ai bambini, quella che sa tutto di tutti i bimbi, perché durante i giorni di tutto l'anno gira nel quartiere e tiene informata la Befana di tutto quello che accade tra i bambini.

 

LA BEFANA LICENZIATA (per bambini) Le vicissitudini di una befana di campagna che per via della crisi deve preparare torte caramelle e carbone, un carbone vero! Fatto con la legna raccolta nel bosco.....ma nel bosco incontra dei piccoli amici dispettosi che.... (il messaggio pedagogico è: non esistono bambini cattivi!)

(laboratori proponibili insieme: IMPASTARE , COSTRUIRE BACCHETTE MAGICHE, IL BRUCIA PAURE)

DI DECCE

DI INCONTRI NEL BOSCO...

Nel bosco, c'era un albero che sembrava un grosso rapace, anche se sapevo che era solo un vecchio castagno stavo ben ben attenta a girarci alla larga, non si sa mai! Nella mia piantina mentale so esattamente ancora dove si trova. Questo castagno nella foto me lo sono fatto amico! avevo tutta la convenienza visto che era sul sentiero...e guardava verso casa...e qui comincia la storia...)

DI CORRENTE ELETTRICA...senza

Niente corrente elettrica, nel secolo scorso non è cosa da poco! difficile da spiegare la scelta, interessante e divertente l'ingegno sviluppato per avere almeno 12 volt!

..quante radio strinate dai 12 volt!

e quanti sogni fanno gli ospiti quando passano una notte fuori dal solito campo magnetico!

STORIE DI MONTAGNA

Commenta il post

Archivi blog

Post recenti